Archivi categoria: Uncategorized

Il dibattito sì

di Cristiano Abbadessa
Un anno di vita di Autodafé Edizioni. Un’esperienza che non si può considerare in qualche arida statistica. Ma un’esperienza sulla quale i numeri di dicono qualcosa.
Oltre 650 proposte editoriali ricevute da autori di tutta Italia (e non solo) in meno di dodici mesi. Oltre 360 amici registrati dalla nostra pagina su facebook, 340 follower su twitter. Quasi 150 iscritti alla nostra newsletter.
A questi dati, in crescita ma sempre quantificabili e verificabili, vanno aggiunte le centinaia di partecipanti alle presentazioni dei nostri autori, agli eventi che abbiamo organizzato, ai nostri banchetti nelle fiere della piccola editoria, e un’attenzione costante, alla casa editrice, riservata fin dall’inizio dalla Rete, dai blog di aspiranti scrittori e dai siti che censiscono l’universo letterario italiano.
Sono numeri imponenti, nel nostro piccolo e nella nostra giovane esistenza.
Numeri che non sempre trovano un riscontro nell’attenzione dedicata (dagli amici, dai follower, dai siti, dai recensori) ai nove libri che abbiamo pubblicato in questo primo anno. In sostanza: molta attenzione all’editore in quanto tale, molti discorsi astratti su editoria e letteratura, una grande enfasi sul non essere “editori a pagamento”, ma una modesta cura per ciò che alla lunga dovrebbe davvero qualificare la bontà di un progetto editoriale, ovvero la qualità e lo spessore delle opere che abbiamo pubblicato.
Da qui, in questo blog, vorremmo ripartire: dai titoli pubblicati, dalle tematiche che abbiamo scelto di affrontare nel nostro progetto editoriale, dagli autori che abbiamo selezionato in un mare di proposte, dalla qualità della narrazione, dagli stili, dalla capacità di suscitare emozioni o riflessioni.
Per questo il nostro blog nasce come uno spazio aperto, ai commenti ma anche a veri e propri interventi. Perché da chi ci segue con affetto e attenzione vorremmo ora sapere cosa pensa del nostro lavoro, delle nostre scelte, delle nostre proposte. Non più in astratto, ma nel concreto dei libri pubblicati.
Siamo consci, già in partenza, che parlare di questo vorrà dire (anche) parlare di editoria, della visibilità di una piccola casa editrice, di confronto col mercato, di rapporto fra autori e editori. Ma vorremmo che questi temi diventassero il portato inevitabile ma secondario del confronto.
Ad aprire il dibattito, per stavolta, vorremmo che fossero i (nostri) lettori.

Annunci

1 Commento

Archiviato in Uncategorized